A Milano consegna gratuita e veloce in bicicletta per ordini superiori a 70 €

Contattaci allo 02.83660613

« Torna alla lista

Bolle d'accompagnamento.

19 dicembre 2013

Le imminenti feste, con tutti i loro riti, a me piacciono da morire perché rappresentano l’occasione per assaggiare moltissimi spumanti (di cui vado ghiotto). Prosecco, Franciacorta o Champagne, oltre a mettere di buon umore, sono anche un accompagnamento perfetto per moltissimi piatti “festivi”.
Immaginate ad esempio dei croccanti crostini di pane bianco tostato ricoperto di foie gras! Un piatto ricco, saporito, avvolgente ed elegante allo stesso tempo, che avrà bisogno di un vino che spazzi via il suo 80% di grassi senza coprirne la fragranza; non riesco ad immaginare niente di meglio di un Blanc de Noirs (ottenuto esclusivamente con pinot nero) lungamente riposato sui lieviti come ad esempio il Barnaut Grand Cru. Oppure immaginate gli stessi crostini con un filetto di salmone di primissima qualità con la sua tendenza dolce alla quale contrapporre la secca presenza del Premier Cru di Marc Hebrart.
Ma Passiamo alla cena: Tagliolini all’astice e Franciacorta Satèn! Primo piatto con tendenza dolce ma allo stesso tempo con un po’ di acidità data dal pomodoro col quale la morbida cremosità di un metodo classico a base chardonnay farà scintille - magari un il Chiara Ziliani Satèn Brut - che accompagnerà alla perfezione anche i vostri secondi a base di pesce, a patto che non siano eccessivamente saporiti!
E a mezzanotte? Saremo già tutti provati, con le papille esauste, ma non per questo dobbiamo rinunciare alla qualità, quindi: un prosecco DOCG di Valdobbiadene, come il Col de Mez della Cantina dei Colli del Soligo, che oltretutto sta’ d’incanto con zampone e lenticchie che tanti soldi vi porteranno nel 2014.
Se vi è piaciuto il mio racconto e vi è venuta voglia di stappare, muovetevi, il botto è ammesso fino ai botti del 1° gennaio!

Massimo Marchesi
Sommelier



Marc Hebrart / Chiara Ziliani