A Milano consegna gratuita e veloce in bicicletta per ordini superiori a 50 €

Contattaci allo 02.83660613

« Torna alla lista

I vini che verranno (a breve)

22 gennaio 2018

I dati aggiornati con le dichiarazioni di produzione di fine anno confermano in maniera ancor più precisa ciò che già ci aspettavamo dall’annata 2017. A causa delle gelate primaverili, ed in maniera altrettanto importante a causa della siccità che ha colpito quasi tutto il paese nel periodo primaverile ed estivo, la vendemmia 2017 è stata la più scarsa dal 1946 ad oggi, con un -28% di produzione rispetto all’anno precedente.
La nostra stretta collaborazione con i produttori della selezione Milanovino, ci ha permesso già in questi ultimi mesi di confrontarci con questa situazione, che crea e purtroppo creerà diversi grattacapi, dato che si tratta perlopiù di piccole aziende a filiera completa.

Sotto il profilo strettamente qualitativo invece, in questo contesto climatico i risultati ottenuti vanno decisamente in controtendenza rispetto alla norma. Nelle produzioni con rese ettaro maggiore, su terreni più ricchi e freschi, l’uva ha potuto maturare meglio del solito, con profili più strutturati e più aromatici, e migliori rapporti buccia/polpa soprattutto per i rossi. I vigneti che in media hanno produzioni minori e maggior qualità, sabbiosi e nelle migliori esposizioni, daranno luogo a vini di grande concentrazione ma di finezza non eccelsa, riferendosi in particolare alle produzioni destinate agli invecchiamenti più lunghi. Il motivo sta principalmente nel rallentamento maturativo che scaturisce quando la mancanza d’acqua supera certi livelli, portando così il frutto a concentrarsi senza maturare con la stessa velocità.

Avremo quindi con grande probabilità grande qualità sui vini enologicamente “pensati” per essere consumati più giovani, in particolare nei vini bianchi d’annata, che rappresentano peraltro la maggior parte delle nostre produzioni. Stessa elevata qualità la avremo sui rossi giovani, più morbidi e meno tannici, che troveremo più strutturati ed intensi. Non dovremo invece aspettarci, sulla carta, vini qualitativamente sopra la media per quanto riguarda le denominazioni più importanti e quindi gli invecchiamenti più lunghi, anche se con buone prospettive per i successivi invecchiamenti in bottiglia.

Guido Beltrami
Enologo



Dolcetto del Monferrato

Franco Roero - 2017

Bottiglia:

.

7,80

+

Cassa 6 bottiglie:

€ 42,12 (-10%)

7,02 a bott.

+

-10%

Moscato d'Asti "Riveto"

Dante Rivetti - 2017

Bottiglia:

.

9,80

+

Cassa 6 bottiglie:

€ 52,92 (-10%)

8,82 a bott.

+

-10%

Aggiungi selezione al carrello